Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Borsa: Milano apre in calo, -1,07%

redazione

Avvio di seduta negativo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede l’1,07% a 17.008 punti. Quotazioni dell’oro in lieve risalita sui mercati asiatici: il lingotto con consegna immediata sale dello 0,1% a 1.724 dollari l’oncia dopo il calo dell’1,2% registrato ieri. Lunedì i prezzi sono saliti fino a 1.765 dollari, il massimo da ottobre 2012. Euro in lieve calo sul dollaro in avvio delle contrattazioni: la moneta unica europea passa di mano a 1,0929 a contro 1,0949 di ieri sera dopo la chiusura di Wall Street. Sullo yen la moneta unica è in leggero rialzo a 117,41. I prezzi del petrolio tornano a scendere pesantemente dopo il recupero degli ultimi giorni. L’incertezza sul futuro dell’economia cinese, che pesa anche sulle piazze asiatiche, ha spinto il Wti in ribasso del 6,3% a 31,79 dollari al barile. Anche il Brent ha registrato un netto calo del 5%, portandosi a 34,27 dollari. Apertura in rosso per le principali Borse europee. Londra cede l’1,67% 5.914 punti, Parigi l’1,43% a 4.381 punti e Francoforte l’1,53% a 10.896 punti. Seduta negativa per le principali borse di Asia e Pacifico nel giorno in cui la Boj ha lasciato invariati i tassi in Giappone, mentre crolla Hong Kong dopo l’annuncio cinese che la legge sulla sicurezza sarà subito operativa. Tokyo ha ceduto lo 0,8%, Taiwan l’1,79%, Seul l’1,41% e Sidney lo 0,96%. In forte calo Hong Kong (-18%), ancora aperta insieme a Shanghai (-1,54%) e Mumbai (-1,17%). Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa di dati dal Regno Unito.