Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

BCC di Buonabitacolo, una Banca differente perché del territorio.

546_differente.jpg

Essere "Banca differente" vuol dire essere particolarmente attenti allo sviluppo del territorio in cui si opera, fornire adeguato supporto alle imprese locali ed alle famiglie, assicurare il giusto sostegno alle iniziative di utilità sociale.
La BCC di Buonabitacolo, una "Banca differente” perché vero punto di riferimento per il territorio ed anello di congiunzione nella grande famiglia della cooperazione, raccoglie il risparmio locale e lo valorizza con l’erogazione di tassi più vantaggiosi rispetto ad Istituti bancari a livello nazionale. La nostra BCC, anche in un momento di crisi congiunturale come quello attuale, ha pianificato un’azione concreta di assistenza ai propri clienti ed ha emesso prestiti obbligazionari a tassi particolarmente competitivi, non ultimo l’emissione di 6milioni di euro al 3,50% interamente collocati, operazione chiusa lo scorso 20 ottobre.
Operiamo dedicando tempo ed attenzione ai nostri clienti ed offrendo la nostra consulenza al fine di selezionare le migliori opportunità offerte dal mercato. Non essere mai stati coinvolti in crac finanziari quali quello della Parmalat o della Cirio o della Lehman Brothers, non aver ricevuto mai alcun reclamo da parte dei nostri clienti per noi è un vanto. La cosa più bella e gratificante per una banca, infatti, è meritarsi la fiducia dei risparmiatori. Una fiducia che gratifica noi operatori e ci responsabilizza, a prescindere dall’entità dell’importo che si riceve in deposito, nel delicato ruolo di promotori dello sviluppo locale. Gli interessi, i bisogni ed i sogni delle piccole e medie imprese, degli artigiani e soprattutto delle famiglie, per noi, sono sempre al primo posto.
 
Ecco perché possiamo affermare che la BCC di Buonabitacolo è volano dell’economia locale e soprattutto Banca del territorio. Interventi specifici a sostegno della crisi con la previsione di plafond a tasso particolare per piccole e medie imprese e per le famiglie; plafond regolati da convenzioni con la Federazione Campana BCC, la Confidi di Salerno, Enti Locali o Associazioni del territorio, così abbiamo operato in questo momento difficile per la nostra economia. Adesso la nuova sfida della gestione del GAL Vallo di Diano per creare nuove opportunità di investimento. 
Va detto, l’attività di sostegno all’economia locale ha comportato grossi sacrifici per la BCC di Buonabitacolo, ma, siamo convinti che i risultati ottenuti sono di gran lunga più appaganti di quelli ottenuti da altre iniziative, come ad esempio quella del Governo centrale per la sospensione del pagamento dei mutui per le famiglie o il rimborso di interessi che non hanno trovato concreta e reale applicazione su tutto il territorio nazionale. Ecco perché ritengo che la BCC di Buonabitacolo sia davvero il punto di riferimento per il territorio di competenza, perchè ha saputo aprirsi alle imprese locali ed ha contribuito a diffondere il benessere e la stabilità in questo nostro Vallo di Diano. Continueremo su questa strada con la consapevolezza che altri soggetti, non ultimo la Banca del Mezzogiorno o le tante Popolari, sicuramente non potranno e non riusciranno mai a raggiungere tali risultati!