Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Basilicata, il Consiglio approva la risoluzione sulle estrazioni petrolifere

redazione

Il Consiglio regionale della Basilicata ha approvato a maggioranza una risoluzione sulle attività estrattive in Basilicata: il testo, presentato dai partiti che sostengono la Giunta di centrodestra, è frutto del dibattito sulle trattative con l’Eni (per la proroga della concessione Val d’Agri) e con la Total (per l’avvio delle attività a Tempa Rossa), che si è svolto nella precedente riunione dell’assemblea. Con la risoluzione si impegna la Giunta regionale a “proseguire l’azione di coinvolgimento dei territori attraverso la partecipazione ai tavoli degli enti locali, delle associazioni ambientaliste maggiormente rappresentative in Basilicata, del sindacato dei lavoratori e delle rappresentanze imprenditoriali”, e ad “assicurare un’informativa al Consiglio regionale in ordine alle intese che saranno raggiunte con il governo nazionale e con tutti gli attori economici coinvolti in materia di concessioni estrattive e, in particolare, di compensazioni ambientali, tutela della salute, dell’ambiente e di sviluppo socioeconomico del territorio regionale”. In precedenza l’aula aveva respinto la richiesta di Roberto Cifarelli (Pd) di rimandare la votazione “per un maggiore approfondimento e per avere la presenza in Consiglio dei rappresentanti della giunta”.