Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Bandiere blu 2019, 18 vessilli in Campania, ben 14 nel Cilento

di Antonella D'Alto

Anche quest’anno, come ogni primavera, la Fee (Foundation for Environmental Education) ha assegnato le Bandiere blu ai comuni sul mare, con relative spiagge, e agli approdi turistici. La Campania, come lo scorso anno, conferma i suoi 18 titoli, ben 14 i comuni premiati nella zona cilentana, 4 invece i vessilli assegnati al napoletano. Le bandiere blu vengono assegnate in base a 32 criteri da rispettare, che vanno dalle acque pulite e non inquinate, alla gestione del territorio, la salvaguardia e l’accessibilità, e dunque lidi attrezzati, aree pedonali e verdi, piste ciclabili. Grande rilievo è stato dato alla gestione del territorio e all’educazione ambientale messe in atto dalle Amministrazioni locali per preservare l’ambiente e promuovere un turismo sostenibile. Questi i 14 comuni del territorio cilentano che sono stati premiati per la bellezza delle loro spiagge: Positano, Capaccio-Paestum, Agropoli, Castellabate, Montecorice, San Mauro Cilento, Pollica, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati, Ispani e Sapri. Gli approdi salernitani premiati invece sono il Marina D’Arechi (Salerno), il Porto Turistico di Agropoli, Marina di Casal Velino, Marina di Acciaroli (Pollica), Marina di Camerota e il Porto Turistico di Palinuro (Centola). Grande soddisfazione è stata espressa, tra gli altri, dal sindaco di Palinuro, Carmela Stanziola. “Due riconoscimenti importanti per il nostro territorio – ha dichiarato il primo cittadino – che valorizzano la nostra terra e, allo stesso tempo, ricompensano l’impegno di anni dell’amministrazione Comunale, degli operatori turistici e dei cittadini che hanno lavorato instancabilmente per la tutela della nostre spiagge, per la bellezza del nostro mare e per un porto sempre più green ed accogliente”.