Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Auto, crollano le immatricolazioni in Europa a febbraio

redazione

A febbraio nell’Europa dei 28 più Paesi Efta (Svizzera, Islanda e Norvegia) sono state vendute – secondo i dati dell’Acea, l’associazione dei costruttori europei – 1.148.775 auto, lo 0,9% in meno dello stesso mese del 2018. Nei primi due mesi del 2019 le immatricolazioni complessive sono state 2.374.963, con una flessione del 2,9% sull’analogo periodo dell’anno scorso. Il gruppo Fca ha venduto a febbraio 80.213 auto nell’Europa dei 28 più le nazioni Efta (Svizzera, Islanda e Norvegia), il 5,2% in meno dello stesso mese del 2018. La quota scende dal 7,3 al 7%. Nei primi due mesi del 2019 le immatricolazioni del gruppo sono 152.907, in calo del 10% rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso, con la quota che passa dal 6,9 al 6,4%.  A livello di marchio, a febbraio Jeep ha immatricolato quasi 16.300 vetture, il 35,5% in più dello stesso mese dell’anno scorso. La quota è all’1,4%, in aumento di 0,4 punti percentuali. Lo mette in evidenza Fca. Nella nota il gruppo sottolinea anche che la quota nel mese è al 7%, in rialzo rispetto a quella di gennaio (5,9%). Sono state poco meno di 28.700 le registrazioni nei primi due mesi del 2019 di Jeep, il 16,5% di crescita con quota all’1,2%, (+0,2%). Il brand ottiene risultati sensibilmente migliori alla media del mercato in quasi tutti i principali Paesi: +37,6% in Italia, +15% in Germania, +10,5% nel Regno Unito e addirittura +90% in Spagna. Forti aumenti per tutti i modelli: Wrangler +170,2%, Cherokee +121,8%, Compass +33,4%, Grand Cherokee +30,7%, Renegade +27,2%. Ancora una volta – aggiunge Fca – Fiat Panda domina il segmento A con il 17,1% di quota e aumenta le registrazioni del 21,2% rispetto a un anno fa. Altri due record per Lancia: anche in febbraio è il brand che in assoluto aumenta di più le vendite (+38,4%) mentre Ypsilon nei primi due mesi 2019 incrementa le registrazioni del 47,1%.