Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Attentato a Rustaq, in Afghanistan. Almeno 12 morti.

di Lorenzo Peluso.

Ancora sangue in Afghanistan. Sabato scorso un nuovo  attentato, il terzo, che colpisce il Paese durante un raduno elettorale. In Afghanistan, da quando, due settimane fa, si è aperta la campagna elettorale in vista delle elezioni parlamentari, si vive nel terrore. sabato, almeno 12 persone sono morte e altre decine sono rimaste ferite a causa dell’esplosione di un ordigno nel corso di un evento organizzato a sostegno di una candidata. L’attentato è avvenuto a Rustaq, distretto della provincia di Takhar, nel nord dell’Afghanistan. “Io sto bene, ma sfortunatamente un gruppo di concittadini sono stati martirizzati e altri feriti nell’esplosione”, ha scritto sulla sua pagina facebook Nazifa Yousofi Bek, candidata alle parlamentari del 20 ottobre prossimo, sottolineando che i nemici del Paese hanno voluto colpire la sua campagna. L’esplosivo – ha detto il portavoce della polizia di Takhar, Khalil Asir – è stato posizionato dentro una moto vicino al luogo del raduno e doveva colpire la candidata donna. L’attentato non è stato rivendicato ma i talebani avevano già annunciato che avrebbero ‘distrutto’ le elezioni parlamentari.