Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Arte e solidarietà a Capaccio–Paestum: la tela Speranza per aiutare Francesco

di Antonella D'Alto

L’arte al servizio della solidarietà. Accade a Capaccio Paestum, dove l’artista Nicola Craba, sempre molto attivo e a sostegno del territorio, ha deciso di realizzare un dipinto su tela da destinare all’asta, per una raccolta fondi speciale. Il denaro raccolto servirà a dare una mano importante a Francesco, un ragazzo pestano affetto da una grave malattia che ora necessita di cure specifiche e di una lunga e costosa riabilitazione. L’asta segue una prima raccolta fondi, realizzata dai cittadini di Capaccio Paestum che si sono uniti in nome della solidarietà riuscendo a raccogliere finora la somma di 11mila euro. La tela, dal titolo “Speranza”, rappresenta un progetto nato circa un mese fa, quando Nicola Craba è rimasto affascinato da un’immagine mediatica. “Il telaio di Speranza – ha affermato – è stato realizzato con le mie mani sfruttando le uniche risorse nel mio garage. Nel dare forma all’immagine sono stato aiutato da un artista pestano anonimo, un angelo che alla chiamata di aiuto non ha esitato un attimo nel contribuire. Speranza non è solo bella, rappresenta e racconterà nel tempo questo periodo storico che sarà riportato nei libri in eterno. Il progetto – ha spiegato Nicola Craba – nasce per supportare un nostro fratello pestano che sta lottando con tutte le sue forze perché ha una grande voglia di vivere: Francesco vincerà perché è una persona straordinaria, padre di una famiglia meravigliosa, solare e piena di vita. La tela si chiama Speranza – ha spiegato ancora l’artista – perché la speranza è l’unica cosa più forte della paura”. L’asta per la raccolta fondi durerà un mese. Ancora un bel gesto, dunque, da parte di Nicola Craba e dell’intera comunità pestana per aiutare chi ha bisogno.