Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Anche i bersaglieri in Estonia per l’esercitazione multinazionale “Northern Frog”

redazione

Si è conclusa l’esercitazione multinazionale “Northern Frog” che ha visto la partecipazione di reparti provenienti da Canada, Estonia, Gran Bretagna, Francia, Italia, Lituania e Stati Uniti, che si sono concentrati presso la base militare di Tapa, 70 km a Est di Tallin (Estonia). L’Italia, che attualmente impiega un contingente militare in Lettonia nell’ambito della eFP sotto egida NATO, inserito in un Multinational Battle Group a guida canadese, ha preso parte alla Northern Frog con 80 militari e diversi mezzi tattici, tra cui blindati “Freccia” e veicoli tattici “Lince”, impiegati con successo in tutte le missioni all’estero in aree sensibili come nelle operazioni sul suolo nazionale. L’addestramento ha visto anche la partecipazione di un nucleo JTAC (Joint Terminal Attack Controller) dell’Esercito Sloveno, simbolo della piena cooperazione ed interoperabilità raggiunta dalla missione NATO. Questa nona edizione della “Northern Frog” è stata la più grande mai condotta per numero di uomini – oltre 1500 – e mezzi schierati, nonché per nazioni partecipanti. I militari italiani che hanno preso parte a questa esercitazione provengono, per la quasi totalità, dal 9° reggimento fanteria “Bari”, di stanza a Trani, rinforzati da un team di Tiratori Scelti del 3° reggimento bersaglieri.