Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Anche Acerno (SA) aderisce al progetto “Benessere giovani – organizziamoci”

redazione

L’Amministrazione comunale di Acerno guidata dal sindaco Vito Sansone, aderisce con un proprio progetto denominato #AcernoinCammino, all’avviso della Regione Campania “Benessere giovani – organizziamoci” che prevede la realizzazione di laboratori culturali, di avviamento al lavoro e creativi rivolti a giovani tra i 16 e i 35 anni.  Il piano di lavoro mira a trasferire e a  rinvigorire nei giovani più ambiziosi e talentuosi, la consapevolezza e l’identità dei luoghi e, quindi, a stimolare la nascita di nuove forme imprenditoriali da collocare nella filiera turistico ambientale locale. In generale, #AcernoInCammino, si prefigge di superare quell’inerzia che, soprattutto nelle aree interne, sta condizionando lo sviluppo ed il futuro di queste comunità.  L’intervento vuole dimostrare alla collettività come la collaborazione sinergica delle energie locali, unitamente all’apporto di competenze specialistiche, possa costituire modello per un nuovo sviluppo locale partecipativo e sostenibile. A tal fine, il Comune di Acerno, ha avviato un’ampia attività coinvolgendo varie associazioni ed imprese. Il risultato finale è la sintesi di quasi tre mesi di condivisione di idee e di progettualità con attori locali nonché con importanti “player” nazionali ed internazionali, come TecFor Tecnologia e Formazione e Fondazione Idis Città della Scienza. L’Ente intende attivare, dunque, tutte le tre azioni previste dall’avviso regionale. Tuttavia, la formazione, i laboratori e le esperienze che vivranno i giovani non saranno disconnesse tra di loro. Al contrario, il progetto è stato ideato come un’unica grande azione che, in ultimo, faciliterà l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.  Sono inoltre partner nell’iniziativa: il ProfAgri di Salerno, la Rethinks srl, la Communico srls, la Pro Loco di Acerno, la South Land Onlus, la Juppa Vitale,  la Pacifico srl e il Ristorante La Foresta.