Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Al museo Diocesano la “Salerno Do Design”

Una due giorni di confronto tra accademici, progettisti, designer, aziende e giornalisti del settore: l’occasione è data da “Salerno Do Design”, l’evento che ha preso il via oggi nel museo Diocesano di Salerno. Organizzata dal gruppo Design, Tessile e Sistema Casa, rientra nell’ambito delle attività ideate per celebrare il Centenario di Confindustria Salerno. “Con questo evento intendiamo mettere in risalto le potenzialità della provincia di Salerno come territorio orientato alla cultura del progetto” ha spiegato Valeria Prete, presidente del gruppo Design, Tessile e Sistema Casa. “Partiamo dal presupposto che per pensare il design bisogna avere sì competenze specifiche necessarie, ma anche abilità tecnologiche, storiche, filosofiche, artistiche e ingegneristiche. Il lavoro del designer diventa quindi multiforme e aperto: creativo, ma anche innovatore, tecnologo, ricercatore, antropologo, contaminante e contaminatore”. Nel corso della due giorni sono previsti anche laboratori di artigianato artistico del Liceo Artistico Sabatini-Menna e momenti di BtoD-Business to Designer. Domani, invece, è prevista l’apertura della mostra “Giardino Introverso”, curata dall’architetto Francesco Giannattasio e che prevede l’esposizione di prodotti delle aziende del Gruppo Design, Tessile e Sistema Casa e dei partecipanti alle passate edizioni del Contest Young Factory Design. “Vogliamo creare una sinergia forte per il nostro territorio – ha proseguito Valentina Prete – partendo dall’artigianalità presente nelle nostre aziende per poi sviluppare crescita attraverso il connubio con i giovani del territorio, le associazioni di settore, gli ordini professionali e l’università. L’obiettivo è avere un cambio di tendenza affinché ci sia una fuga dei giovani talenti qui a Salerno”.