Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Al Meeting del Cervati la storia del brigante Ciccotunno.

redazione

Sanza (SA) – Si apre con il botto la settimana del Meeting del Cervati che vedrà il momento più alto domenica prossima con il concerto gratuito di Massimo Ranieri. Intanto ieri uno strepitoso spettacolo ha emozionato centinaia di persone presenti, nello scenario fantastico dell’inghiottitoio carsico più importante d’Europa, con suggestioni ed emozioni nel vivere una nuova storia a molti sconosciuta. Al calar del sole,  il  folto pubblico è stato immerso nella narrazione di fatti realmente accaduti e vicende mai raccontate. La storia del brigante Ciccotunno; un rapimento; un riscatto. Al centro di tutto la bellezza dell’amore; si l’amore perché c’è anche quello. Sul Cervati, alla località Fossa rè Cianna, ieri la prima assoluta del nuovo spettacolo teatrale messo in scena da Annamaria Gallo e dal suo gruppo teatrale che, dopo il successo della “Ballata di Pisacane”, si è cimentato con una nuova storia ricca di colpi di scena. L’iniziativa, promossa dai soci CAI di Sanza si è sviluppata in un’escursione per i sentieri che conducono all’Affunnaturo re Vaddivona, dove gli escursionisti hanno poi trovato ad attenderli uno spettacolo  di altissimo profilo. Circa 50 tra comparse e protagonisti, diretti dalla Gallo, hanno dato vita ad una nuova appassionante storia che si svolse proprio nei luoghi della rappresentazione. L’evento, che rientra nel più ampio progetto di valorizzazione del territorio promosso dal Comune di Sanza: Meeting del Cervati, con il supporto della Pro Loco ed è stato fortemente voluto dal consigliere comunale con delega alla cultura, Antonella Confuorto. L’iniziativa gode del sostegno della BCC di Buonabitacolo e della partecipazione dell’Arciconfraternita Maria SS della Neve. Grande interpretazione di tutti i provetti attori e soprattutto molto bella la storia che è stata anticipata da una breve relazione dello storico Felice Fusco. Molto soddisfatti poi gli amministratori locali per questo nuovo passo in avanti nel percorso di valorizzazione della montagna che arricchisce il Meeting con una nuova pagina di cultura e teatro. L’iniziativa è parte del progetto Meeting del Cervati 2019 ed è cofinanziato dal POC Regione Campania.