Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Afghanistan, uccisa in un agguato la giornalista Mena Mangal

Una giornalista è stata uccisa in Afghanistan durante un agguato lo scorso sabato. Mena Mangal, 30 anni, è morta sotto i colpi esplosi da uno o più uomini armati che l’hanno sorpresa mentre andava a lavoro nella zona orientale della capitale Kabul. A diffondere la notizia è stato il ministero dell’Interno afghano: la portavoce Nasrat Rahimi ha fatto sapere che le indagini sono state “prontamente avviate e non escludono alcuna pista. La reporter e conduttrice televisiva era anche consigliere culturale per la Camera bassa del Parlamento. Non è chiaro se la donna sia morta per questioni personali o se sia stata vittima di un attacco terroristico. Gli assalitori sono riusciti a scappare subito dopo l’agguato: nessuno finora ha rivendicato l’assassinio della giornalista. Nel frattempo la capitale afghana continua a essere bersaglio di attentati e atti terroristici perpetrati da membri dell’Isis o esponenti taliban.