Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Afghanistan – Il capo dei talebani dice che il burqa non è più obbligatorio

redazione

Kabul – “La nostra” legge “è la Sharia, e prevede che le donne portino l’hijab”, non il burqa. “Il Corano dice solo che le donne non devono vestire in maniera immodesta”. Così Qadir Hekmat, uno dei massimi comandanti dei talebani, responsabile politico-militare per sette province del Nord dell’Afghanistan, conferma che il burqa nel Paese non è più obbligatorio. Le donne, afferma, “hanno un ruolo fondamentale nell’Islam, sono sempre rispettate. L’emirato aveva grandi progetti dedicati alle donne, ma non ha fatto in tempo a svilupparli”. E “non è vero che siamo contrari all’istruzione femminile, basta che le scuole siano separate da quelle maschili”, insiste il capo dei talebani.”Nelle zone controllate da noi, le ragazze vanno a scuola regolarmente. E abbiamo anche medici donna, ce n’è sempre necessità”. Quanto all’acido gettato in faccia alle studentesse, Hekmat taglia corto: “È il gesto individuale di un fanatico”.