Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Afghanistan, 140 vittime nell’attacco talebano alla base militare di Mazar-i-Sharif.

di Lorenzo Peluso.

Mazar-i-Sharif – Oltre 140 soldati rimasti uccisi. Un bilancio pesantissimo quello dell’attacco talebano in una base militare afghana, nella provincia di Balkh. Decine anche i feriti, alcuni in gravi condizioni. L’attacco è avvenuto mentre i militari del Corpo d’armata Shaheen erano impegnati nella preghiera del venerdì. Oltre 140 militari hanno perso la vita. L’assalto è stato lanciato nella base militare di Mazar-i-Sharif. Gli insorti indossavano divise e si sono avvicinati al compound a bordo di due veicoli militari. Gli aggressori erano in sei: hanno raggiunto la moschea dove i soldati afghani erano in preghiera e hanno cominciato a sparare. E’ nato uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza durato oltre 5 ore, al termine delle quali gli attentatori sono stati uccisi. I talebani hanno rivendicato l’azione. Le forze talebane stanno riprendendo il controllo del paese. Una situazione devastante per l’Afghanistan che dopo anni di presenza delle forze della coalizione internazionale che avevano stabilizzato la situazione, da due anni ormai è ripiombato nel caos. Molte aree sono nuovamente sotto il controllo dei ribelli talebani. Le forze della coalizione ora impegnate solo nell’addestramento delle forze di polizia locale vivono passivamente il ritorno della presenza talebana.