Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Ad UNISA la quarta edizione della Festa dell’Europa.

redazione

Il Centro Studi Europei (www.centrostudieuropei.it), diretto dal prof. Massimo Pendenza, nell’ambito delle attività della Modulo Jean Monnet European Culture and Memories: EU’s Strategies and Policy Developments, organizza in collaborazione con il Dipartimento di Studi Politici e Sociali (DiSPS), la quarta edizione della Festa dell’Europa. Ospite di quest’anno è Alberto Martinelli (Professore Emerito di Scienza Politica e Sociologia all’Università degli Studi di Milano), che terrà una Lectio Magistralis dal titolo Europa, nonostante tutto. Editorialista del Corriere della Sera, Alberto Martinelli ha insegnato anche in Università Bocconi, Università di California a Berkeley, Università di Stanford, New York University, Università di Valencia, l’Università Ain Shams del Cairo, Università di San Pietroburgo e Università Sun Yat-Sen di Guangzhou. È autore di numerosi libri e saggi sui rapporti tra economia, politica e società, sulla modernizzazione e lo sviluppo sostenibile, sui processi di globalizzazione e la governance globale, l’integrazione europea, l’evoluzione dei sistemi democratici, il populismo e il nazionalismo, la rappresentanza degli interessi, l’imprenditorialità e il management. La lezione sarà preceduta dai saluti istituzionali di Gennaro Iorio (Direttore del Dipartimento di Studi Politici e Sociali) e di Dario Verderame (Coordinatore del Modulo Jean Monnet EuCuMe). Introduce Massimo Pendenza (Direttore del Centro Studi Europei). Prima della lezione, un Quartetto d’archi e voce composto dai Maestri del Liceo Musicale Alfano I Cello Voice – sestetto di violoncelli e voce – di Salerno allieterà il pubblico suonando l’Inno alla Gioia. Dal 1972, la melodia, tratta dalla Nona sinfonia composta nel 1823 da Ludwig van Beethoven che ha messo in musica l’ode di Friedrich von Schiller nel 1785, è utilizzata dall’UE come proprio inno.