Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Accordo tra Poste e Carabinieri per la consegna a casa della pensione

redazione

Ventitremila pensionati, soli e che riscuotono la pensione in contanti, finché dura l’emergenza coronavirus potranno farlo senza essere più costretti a recarsi all’ufficio postale. Possono chiedere di riceverla direttamente a casa: a riscuotere i loro soldi allo sportello, per consegnarli poi a domicilio, saranno i Carabinieri. Un accordo tra Poste Italiane e l’Arma offre questa opportunità a tutti pensionati che abbiano almeno 75 anni, che non abbiano già delegato altre persone alla riscossione, che non abbiano un libretto o un conto postale dove accreditare direttamente la pensione, e che non vivano con familiari o non ne abbiamo nelle vicinanze della loro abitazione. La collaborazione tra le due realtà che hanno la presenza più capillare nel Paese, Poste Italiane e l’Arma, che hanno lanciato questo servizio siglando una convenzione, “è frutto della consapevolezza di entrambi – come sottolineano insieme – di ricoprire un ruolo strategico a sostegno del Paese e conferma la loro vocazione alla prossimità verso i territori e le categorie più fragili”, in un momento così difficile in particolare per chi è più debole e più esposto ai rischi, come possono esserlo gli anziani soli. E’ una iniziativa che nasce nell’ambito delle misure per “evitare gli spostamenti fisici delle persone”, per proteggere dal rischio di un contagio “in particolare i soggetti a maggior rischio”, ma anche – nelle intenzioni di Poste e dei Carabinieri – per tutelare i pensionati che ne beneficeranno “dalla commissione di reati a loro danno, quali, truffe, rapine e scippi”. “Ottima iniziativa”, commenta il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo: “Consentirà di proteggere dai rischi del coronavirus i soggetti più esposti. L’Arma dei Carabinieri è sempre vicina ai cittadini e da oggi lo sarà ancora di più, grazie all’impegno di donne e uomini straordinari che sono un importante punto di riferimento per tutti”; è “un altro importante contributo della Difesa che dall’inizio dell’emergenza ha messo in campo assetti di tutte le Forze armate per far fronte all’emergenza. Un grande lavoro di squadra che la vede impegnata a 365 gradi”. La consegna della pensione a domicilio va richiesta a Poste Italiane delegando per iscritto i Carabinieri al ritiro: per avere ogni informazione i pensionati possono contattare il numero verde 800.556670 messo a disposizione da Poste o chiamare la più vicina stazione dei Carabinieri.