Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

A Sant’Arsenio il ritorno di Donato Pica

di Lorenzo Peluso

Il ritorno in campo. Forse si. Ora o mai più certamente. Donato Pica, già sindaco per diverse legislature a Sant’Arsenio ha ora la grande occasione di ritornare a fare quello per cui certamente si sente più adatto: il sindaco.
Certo, ora è il momento di aspettare se il sindaco dimissionario Coiro confermerà nei prossimi venti giorni la sua clamorosa decisione di dimettersi da sindaco. poi si aprirà la campagna elettorale che porterà a primavera, presumibilmente i santarsenesi alle elezioni. Allora si ricomincia dal passato. In realtà, per chi conosce i santarsenesi, nonostante tutto, hanno sempre dimostrato una grande stima ed affetto per l’ex Consigliere regionale. Anzi, mi verrebbe da dire che non gli hanno mai “perdonato” proprio il fatto di averli lasciati per intraprendere la carriera da deputato regionale. Certo lo vedevano molto meglio alla guida di palazzo di città. Ora qui la grande occasione per una sorta di rivincita, da parte di tutti. Pica potrà tornare ad occuparsi di ciò che gli riesce meglio, guidare il Comune. I santarsenesi a recuperare quella sorta di sgarbo fatto alle ultime lezioni regionali quando, in verità in modo clamoroso, gli hanno voltato le spalle. Un segnale che non è sfuggito certo a Pica. Dunque il nome di Pica potrebbe mettere d’accordo tutti, persino l’opposizione che sulla figura di “Donatino”, così lo chiamano tutti, non avrebbero molto da recriminare. Vedremo cosa accadrà. Intanto rimane la sorpresa delle dimissioni di Coiro che per qualche giorno ancora farà interrogare i santarsenesi sull’opportunità di non commettere errori alla prossima tornata elettorale.