Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

A Salerno la presentazione del volume “Musei nella Rete: la tradizione zampognara” di Carafa

redazione

Lunedì 15 aprile, alle ore 18.00, presso la Fondazione “Filiberto e Bianca Menna”, Lungomare Trieste 13, a Salerno, saranno presentati gli atti della Giornata di studi “Musei nella Rete: la tradizione zampognara in provincia di Salerno”, a cura di Rosa Carafa.  Il volume è stato presentato  in anteprima, a Salerno, nella Sala Conferenze della Soprintendenza Abap di  Palazzo “Ruggi d’Aragona”, sono intervenuti i funzionari: Rosa Carafa, responsabile del Settore Demoetnoantropologico; Michele Faiella, responsabile dell’Ufficio  Stampa; Stefania Ugatti, responsabile Ufficio Comunicazione e Antonio Giordano, settore Demoetnoantropologico    La zampogna con la ciaramella, strumenti della tradizione, esprimono la musicalità delle comunità pastorali e contadine e documentano, nell’accompagnare riti e solennità liturgiche e ordinari del ciclo dell’anno, un aspetto precipuo delle realtà sociali e dell’attività umana. Un progetto teso a valorizzare un patrimonio culturale connesso al territorio provinciale salernitano, qualificandolo nelle sue realtà e nelle sue “vocazioni”. Un evento che documenta una sinergia e una rete di rapporti che vede protagonisti i Comuni, i Musei Etnoantropologici, le Associazioni culturali e gli Zampognari del territorio provinciale salernitano.  Un volume reso possibile grazie ai contributi scientifici di studiosi esperti e musicisti come Roberta Tucci, Vincenzo Esposito, Rosa Carafa, Mattia Esposito, Felice Cutolo, Antonio Giordano, Ciro Caliendo, Francesca Piro, Marzia Magliacane, Paola Apuzza, Antonella Caccia, Mariella Rocco, Sandra Suatoni.