Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

A Potenza il convegno sull’allevamento ovino

redazione

A Potenza, nell’aula magna del campus di Macchia Romana, domani, venerdì 6 dicembre alle ore 9 si svolgerà il convegno dal titolo “L’allevamento ovino: risorsa per l’Appennino centro-meridionale”, a cui seguirà l’asta degli arieti merinizzati e la degustazione di prodotti tipici (piazzale antistante ex biblioteca del campus). Al convegno, organizzato dalla Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali (Safe) dell’Unibas, e dall’Associazione Regionale Allevatori della Basilicata, parteciperanno in qualità di relatori docenti provenienti dalle principali Università del centro-sud, mentre l’asta coinvolgerà gli allevatori più rappresentativi della razza merinizzata Italiana. L’obiettivo della manifestazione, che unisce due eventi, uno di natura scientifica, l’altro di natura più tecnica, è “di avvicinare – hanno spiegato gli organizzatori – la realtà produttiva al mondo della ricerca. A questo scopo è stato individuato, come location, il campus di Macchia Romana. In particolare, l’aula magna ospiterà il convegno, mentre nel piazzale dell’ex biblioteca sarà allestita una tensostruttura che accoglierà gli allevatori, e tutti coloro che saranno interessati a vedere dal vivo gli arieti di razza merinizzata italiana più produttivi d’Italia. Nella tensostruttura si svolgerà una vera e propria asta, con un battitore ufficiale e le offerte al rialzo da parte degli acquirenti”. L’evento scientifico, invece, prevede la partecipazione di relatori provenienti dalle principali sedi universitarie dell’Italia centro-meridionale, area elettiva per l’allevamento degli ovini di razza merinizzata, e coprirà le principali tematiche concernenti questo settore della zootecnia che ha tradizioni millenarie. Si spazierà, infatti, dalla genetica all’alimentazione, dalle tecniche di allevamento alla qualità del latte e della carne. Il docente della Safe, Fabio Napolitano, ha spiegato che “si tratta di un’occasione imperdibile per vedere finalmente a confronto il mondo produttivo e quello accademico in una manifestazione aperta a tutti”.