Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

A Castelcivita (SA) il convegno sul turismo a sud di Salerno

redazione

Occorre unità di intenti, sinergia tra gli Enti, progettazione e programmazione degli eventi e delle manifestazioni,  una comunicazione più ampia e legata ai nuovi metodi di marketing territoriale per uscire fuori da un ristretto ambito territoriale. Questo in sintesi è quanto emerso dal convegno “Il turismo della provincia a sud di Salerno tra buoni propositi e i problemi di sempre. Realtà a confronto” organizzato dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Antonio Forziati e dalle Grotte di Castelcivita, con presidente Giuseppe Aversano.  Oltre 100 partecipanti, tra amministratori locali e provinciali, operatori del settore turistico, ricettività, cultura, enti locali, Pro loco e cittadini interessati al tema dell’incontro, hanno discusso, nello splendido scenario delle Grotte di Castelcivita trasformate per l’occasione in una sala convegni, di numerose problematiche e di tante ipotesi di rinascita socio-economica del territorio alburnino. Gli interventi, positivi e propositivi, hanno fornito numerosi spunti per valorizzare sempre più gli attrattori turistici della provincia a sud di Salerno.  «Il territorio ha bisogno della sinergia tra i comuni per superare le problematiche ormai troppo note della difficoltà di transito in queste zone dovuta alla cattiva condizione ed alla poca manutenzione delle strade e dei costoni rocciosi. Tutto ciò, come più volte evidenziato dagli intervenuti, non può diventare un’alibi! Occorre unità di intenti, progettazione e programmazione degli eventi e delle manifestazioni, necessità di una comunicazione molto più diffusa e legata ai nuovi metodi di marketing  per uscire fuori dal ristretto ambito territoriale» dichiara il presidente Giuseppe Aversano. Il dott. Sandro Chiriotti, titolare della TourGourmet di Asti  ha evidenziato la necessità di fare “sistema” attraverso una rete di comuni e di grandi e piccoli attrattori turistici, sdoganando le bellezze del territorio oltre la Regione Campania. Interessante quanto espresso dal presidente della FNI dott. Gerardo Di Trolio e ribadito dal dott. Vincenzo Quagliano, i quali  hanno focalizzato i loro interventi sulla possibilità di sfruttare i tanti finanziamenti posti in essere della Regione Campania e dall’Unione Europea. Finanziamenti che  possono agevolare il riammodernamento delle strutture ed il coinvolgimento dei giovani del territorio, attraverso l’istituzione per esempio di DECO per la valorizzazione dei prodotti tipici del territorio, o di incubatori di idee che consentano la nascita magari di nuove iniziative imprenditoriali che possano essere legate anche e non solo al turismo eno-gastronomico, ambientale, alla mobilità, alla  sostenibilità ed altro. Le conclusioni sono toccate alla dott.ssa Mariarosaria Vitello, Consigliere politico del Presidente Canfora in materia di Politiche Culturali Educative e Scolastiche presso Provincia di Salerno che, dopo aver elogiato l’iniziativa e condiviso molti degli interventi ascoltati, si è resa disponibile ad intraprendere un tavolo di discussione, magari presso la Provincia, e di farsi carico di rappresentare quanto emerso dalla tavola rotonda al Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. «L’incontro del 02 dicembre-  afferma il presidente Aversano- è l’inizio di un nuovo corso per gli Alburni, infatti siamo già al lavoro per organizzare il prossimo incontro tecnico, che presumibilmente avrà luogo, sempre presso le Grotte di Castelcivita il prossimo 08 gennaio 2017 in occasione dello spettacolo di Giorgio Pasotti “Da Shakespeare a Pirandello”». Al convegno sono intervenuti: Berardino Bocchino (speleologo), Remigio Lenza  (responsabile WWF Oasi di Persano),  Vincenzo Quagliano  (QS & Partners),  Gaetano Stella  (direttore  artistico di  Teatro Novanta),  Vito Gerardo Roberto (operatore informatico Infoweblan), Maria Cristina Rizzo, (presidente associazione GESMA,  Sant’Angelo a Fasanella ),  Andrea Perciato (freelance, Guida Ambientale Escursionistica professionista), Gerardo Di Trolio (presidente federazione nazionale imprese), Massimo Mangiola ( autore del  libro “Il Tuffatore”),  Luigi Ciancio, (Associazione On, idee in movimento), Piste ciclabili, Altavilla,  Ettore Poti,  (sindaco di Controne) e Pasquale Brenca ( sindaco di Aquara).  Tra gli uditori, invece,  Giulio Pini, (Tenente colonnello, responsabile della Sezione Operativa DIA Salerno ) Giovanni Di Lisa (presidente dell’Orchestra Sinfonica di Salerno “Claudio Abbado”) Patrizia Laudano (assistente tecnica Provincia), Alessandro Caiazza  (Teatro Novanta), Antonello D’Armino (manager),  Daniele Orilia, Antonio Perotti ( designer),  Giovannino Carrano (Italy bike friendely),  Elisabetta Citro (coordinatrice, GAL- I Sentieri del Buon Vivere), Domenico Cavallo (Scavi Archeologici di Paestum), Antonio Sicilia (sindaco di Corleto Monforte), Eduardo Doddato (sindaco di Ottati) e gli amministratori  e operatori di settore del Calore, Alburni, Sele, Cilento.