Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

A Bracigliano (SA) 26 orchestre e 21 ensamble da tutto il mondo per il concorso internazionale “Giovani Promesse”

di Antonella D'Alto.

Ha lo scopo di promuovere il confronto fra giovani musicisti esordienti o già arricchiti da significative esperienze, in un clima di dialogo e scambio culturale, il Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Giovani Promesse” in programma a Bracigliano, fino a domenica 14 maggio, presso l’Auditorium del Palazzo De Simone in via Vittorio Emanuele. Organizzato dal Comune di Bracigliano in collaborazione con “Oltre” Associazione No-Profit e la Direzione Artistico-Musicale del M° Francesco Cardaropoli, il concorso vede la partecipazione di 26 orchestre provenienti da tutta Italia,  21 ensamble, 4 cori, 13 gruppi da camera e 300 cantanti solisti provenienti da Spagna, Germania, Corea, Russia, Polonia e Brasile, per un totale di circa 1500 persone che in questi giorni sono a Bracigliano. Una importante occasione per le giovani promesse della musica nostrane che hanno l’opportunità di avere contatti e confronti con giovani di altre nazioni, per questa seconda edizione del concorso internazionale che sta replicando e addirittura superando il successo della precedente. Fino a domenica dunque in programma diverse esibizioni musicali ma anche incontri, confronti e scambi culturali tra tantissimi ragazzi provenienti da ogni parte di Italia e del mondo, con due appuntamenti principali: venerdì 12 maggio è prevista la serata finale per le orchestre scolastiche, le più premiate che si sfideranno per il premio finale tra scuole medie, licei e scuole private, e la serata clou di domenica 14 maggio, quando si terrà la finale del concorso, per la quale è prevista l’apertura da parte del coro della Corea mentre la chiusura sarà fuori concorso, a cura della scuola media di Bracigliano. L’evento, spiegano gli organizzatori, non ha solo lo scopo di creare un confronto tra migliaia di giovani promesse della musica, ma anche quello di far conoscere e scoprire le bellezze di Bracigliano, dell’intera provincia di Salerno e della Campania. Alcune scuole infatti, ad esempio quella di Palermo, dopo la partecipazione al Concorso, farà visita agli scavi di Pompei e a Capri, ma anche ad altri luoghi del salernitano.