News Economiche


home page > Parere legale

Parere legale


Corte di Giustizia Europea - L'Italia è ancora "maglia nera".


Ancora una volta l'Italia è maglia nera davanti alla Corte di Strasburgo: nel 2011 è risultato essere il Paese con il maggior numero di sentente inapplicate (2.522 su un totale di 10.689).

La maggior parte dei casi è legata alla lentezza della giustizia. E' quanto emerge dal rapporto pubblicato oggi dal Consiglio d'Europa. E' il quinto anno consecutivo che l'Italia conquista il poco invidiabile primato del Paese con il maggior numero di sentenze della Corte europea per i diritti dell'uomo rimaste inapplicate. Un fenomeno legato alla 'giustizia lumaca' che fa del nostro Paese un 'sorvegliato speciale' in sede europea. Alle spalle del'Italia, nella classifica 2011 degli Stati 'inadempienti' stilata a Strasburgo, si colloca la Turchia con 1.780 casi seguita della Russia con 1.087 casi, della Polonia (924) e dell'Ucraina.


Note: redazione.

Pubblicato il 12-04-2012, letto 202 volte

<< Precedente[ Archivio della sezione Parere legale ]


Altri contenuti della sezione Parere legale

TitoloData
• Profili di criticità del nuovo redditometro. Il punto di vista di Vincenzo Delli Priscoli.15-04-2014
• L’autotutela in corso di giudizio non salva l’Amministrazione finanziaria dalla condanna alle spese processuali.08-04-2014
• Commissione Tributaria Provinciale di Pisa – No all’impugnazione dell’avviso di pagamento del contributo unificato.02-04-2014
• È impugnabile il provvedimento di sospensione di rimborso IVA24-03-2014
• La notifica degli atti tributari tra irreperibilità relativa e assoluta.19-03-2014
• Reati tributari: analisi dell’omesso versamento di IVA.14-03-2014
• Omesso versamento di ritenute: la carenza di liquidità può fungere da esimente.03-03-2014
• Il difetto di procura è causa di inammissibilità del ricorso solo in casi gravi.24-02-2014
• Giustizia tributaria tra novità e perenni contraddizioni.17-02-2014
• Una percentuale di ricarico modesta può essere considerata una condotta antieconomica.10-02-2014

Notizie