News Economiche


home page > Parere legale

Parere legale


Controllo delle dichiarazioni: contraddittorio obbligatorio solo se ci sono incertezze.


L’amministrazione finanziaria non è obbligata ad attivare il contraddittorio endoprocedimentale in tutti i casi in cui si debba procedere ad iscrizioni a ruolo derivanti dalla liquidazione di tributi risultanti da dichiarazioni.

L’art. 6, comma 5, della L. n. 212/2000 (c.d. Statuto del contribuente) impone, infatti, all’amministrazione di invitare il contribuente a fornire chiarimenti o a produrre i documenti mancanti soltanto qualora sussistano incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione. Se il legislatore avesse voluto imporre il contraddittorio preventivo in ogni caso, non avrebbe posto la condizione circa la sussistenza delle predette incertezze.A queste conclusioni è giunta la Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n. 12023 del 10 giugno scorso. L’obbligo di contraddittorio preventivo è stato rimarcato dalla stessa Cassazione con la sentenza n. 19667 del settembre 2014 la quale, riprendendo una ormai consolidata giurisprudenza della Corte di Giustizia Europea (in particolare la sentenza Sopropè del 18/12/2008), ha stabilito che l’amministrazione ha l’obbligo di instaurare il contraddittorio endoprocedimentale ogni qualvolta intenda adottare un provvedimento idoneo a limitare la sfera giuridica del destinatario. Tuttavia nessuna comunicazione di irregolarità è dovuta nel caso di iscrizione a ruolo di imposte derivanti da liquidazione in esito a controllo di dichiarazioni secondo procedure automatizzate, qualora non emergano margini di tipo interpretativo o comunque non ci siano errori o altre irregolarità formali, né tantomeno quando si tratti del tardivo versamento di imposte dichiarate.


Note: di Vincenzo Delli Priscoli.

Pubblicato il 03-07-2015, letto 46 volte

<< Precedente[ Archivio della sezione Parere legale ]


Altri contenuti della sezione Parere legale

TitoloData
• L’avviso di accertamento al de cuius deve essere rivolto agli eredi.15-04-2015
• Sentenze - Cassazione: niente alimenti all'ex coniuge con nuova famiglia14-04-2015
• Nuovi paletti per l’amministrazione finanziaria nel rideterminare la percentuale di ricarico.09-04-2015
• L’estinzione del processo riduce i tempi di notifica della cartella esattoriale.01-04-2015
• Sono sempre nulli gli avvisi di accertamento che violano l’art. 12, comma 7, dello Statuto del contribuente23-03-2015
• Sentenze - Ammissibile l'appello proposto da un ufficio dell’Agenzia delle Entrate diverso da quello intervenuto in primo grado.17-03-2015
• Non è inammissibile il ricorso tributario privo di firma autenticata del difensore.09-03-2015
• È nullo l’accertamento che non riporta la norma violata.03-03-2015
• Reati tributari: spetta al giudice penale la valutazione circa la determinazione dell’imposta evasa.24-02-2015
• Ai tributi locali si applica la riscossione frazionata ex art. 68 del D.Lgs n. 546/1992.19-02-2015

Notizie