News Economiche


home page > Opportunità e Impresa

Opportunità e Impresa


Edilizia - Nel salernitano l'effetto sgravi fiscali fa crescere il lavoro dipendente.


Salerno - In Campania aumenta nella filiera delle costruzioni il numero degli occupati dipendenti, mentre diminuiscono gli indipendenti: è il riflesso dei provvedimenti varati dal Governo. Il presidente Antonio Lombardi: «Se non ripartono gli investimenti, le imprese non potranno stabilizzare i propri addetti».

Nel primo trimestre del 2015 gli occupati nel settore delle costruzioni in Campania sono cresciuti del 2,8% rispetto allo stesso periodo del 2014. In termini assoluti gli addetti censiti sono 114.000. Il trend positivo segue il +10,3% rilevato a fine 2014 rispetto al 2013. In poco più di un anno si è assistito, quindi, ad un netto recupero degli occupati che, pure, a fine 2013 rispetto al 2012 aveva subito una contrazione del 14,7%. Stessa dinamica a fine 2012 rispetto al 2011: -14,9%. Ed ancora in campo negativo era risultata la rilevazione in Campania nel 2011 rispetto al 2010: -9,7%. Lieve ripartenza soltanto nel 2010 (+2%): poi la sequenza con il segno meno. I dati sono stati estrapolati dal Centro Studi ANCE Salerno sulla base di un’elaborazione di ANCE nazionale su fonte Istat. L’incremento di occupati registrati in Campania nel I trimestre 2015 risulta al di sotto di un punto percentuale rispetto all’Italia meridionale ed insulare (+3,8%). Scendendo nel dettaglio occorre constatare, nel primo trimestre 2015, un aumento del 6% degli occupati dipendenti nelle costruzioni, passati da 73.000 (nel 2014) a 78.000. Anche in questo caso si interrompe la lunga sequenza di segni negativi iniziata nel 2009 (-8,5%) e proseguita nel 2010 (-1,3%), nel 2011 (-12,4%), nel 2012 (-8,2%) e nel 2013 (-13,5%). Solo nel 2014 si era ritornati al segno positivo con un incremento degli occupati del 2,5%. Nello stesso tempo, è emersa una variazione negativa degli occupati indipendenti che pure nel confronto 2014/2013 avevano segnato un +27,4%. Gli occupati indipendenti nelle costruzioni si attestano a quota 36.000 nel primo trimestre 2015. È molto probabile che le recenti modifiche introdotte dal Governo dal punto di vista della riforma del lavoro, dei contratti e delle varie tipologie di agevolazioni fiscali abbiano indotto le imprese ad utilizzare con maggiore frequenza lo strumento del contratto a tempo indeterminato rispetto all’utilizzo dei lavoratori autonomi muniti di partita IVA.


Note: com.-redazione

Pubblicato il 25-07-2015, letto 57 volte

<< Precedente[ Archivio della sezione Opportunità e Impresa ]


Altri contenuti della sezione Opportunità e Impresa

TitoloData
• Crisi - Nel 2014 le quotazioni delle case nel comune di Salerno sono diminuite del 5,4%, 11-07-2015
• Dalla Commissione Europea 13,1 miliardi per progetti nel settore trasporti06-07-2015
• Edilizia - Tra il 2008 e il 2013 il calo in Campania è stato in media del 7,8% all’anno04-07-2015
• Saldi al via da oggi dalla Campania. Sconti dal 40% in su.02-07-2015
• Per l'Italia crescono i flussi commerciali verso l'estero.29-06-2015
• Ecco l’analisi di Confindustria e Cerved delle dinamiche imprenditoriali nel Mezzogiorno27-06-2015
• Europa - Trasparenza dell’imposta sulle società, parte la consultazione pubblica22-06-2015
• “Rose du Desert”, a luglio posa della prima pietra in Algeria. Impegnate otto imprese salernitane.16-06-2015
• Crisi - Finalmente la ripresa, ma per Confcommercio restano i dubbi15-06-2015
• Turismo - Dodici guru dell’informazione social e online in tour a Salerno e provincia13-06-2015

Notizie