News Economiche


home page > Spazio Salute

Spazio Salute


Arriva il caldo rovente: ecco i consigli per proteggere i bambini


In Italia sta per arrivare Flegetonte, un’ondata di caldo che caratterizzerà la prima decade di luglio. Previste temperature di 35 gradi, con picchi anche di 37-38°C. Insidie che, oltre gli adulti, riguarderanno soprattutto i più piccoli. Ecco alcuni consigli degli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù su come fronteggiare i colpi di calore in vista di questo inizio d’Estate. Il colpo di calore è un malessere che può manifestarsi con sintomi più o meno intensi ed è dovuto a un innalzamento improvviso della temperatura corporea.

E’ il malore estivo che colpisce di più i bambini, in quanto la loro termoregolazione è meno efficace. Ciò è dovuto alla superficie corporea che permette la traspirazione: nel caso dei piccoli è ridotta.  Le cause. Le condizioni che possono causare questa complicazione sono tre: temperatura elevata,  alto tasso di umidità e  scarsa aerazione. La causa principale del colpo di calore sta dunque nel combinato disposto di caldo e umidità.  I sintomi. Sono diversi e possono manifestarsi con più o meno intensità: nausea, mal di testa, aumento della temperatura corporea, crampi, sincopi(svenimenti) fino, nei casi più gravi, a disturbi della coscienza. Inoltre, se l'esposizione ai raggi solari è diretta, si può manifestare anche il colpo di sole con possibili ustioni di primo o secondo grado. Un’attenzione ancora maggiore deve essere posta per quei bambini con patologie croniche, che più facilmente possono andare incontro a grave sintomatologia legata all’eccessivo aumento della temperatura. Come intervenire in caso di colpo di calore. Portare il bambino in un ambiente ombreggiato e areato è la prima mossa da fare se il piccolo presenta i sintomi del colpo di calore. Se manifesta segni di mancamento, è necessario porlo a terra sdraiato con gli arti inferiori più sollevati rispetto al corpo e somministrare liquidi non troppo freddi e a piccoli sorsi. Se compare febbre superiore ai  38° somministrare un antipiretico, quale il paracetamolo o l'ibuprofene. Se il bambino non migliora, o in presenza di disturbi della coscienza, è necessario recarsi al più vicino Pronto Soccorso. Cosa mangiare a tavola. Con l’aumento della temperatura si deve ridurre l’apporto calorico, in particolare quello fornito da cibi grassi; è preferibile assumere carboidrati semplici a più rapida digeribilità. L’importante, inoltre, è aumentare l’apporto idrico con assunzione di acqua e introducendo una maggior quantità di frutta e verdura. Insalata, fiori di zucca, melanzane, peperoni e pomodori, sono solo alcuni tra gli alimenti salutari che vanno assolutamente consumati nei mesi  caldi. Nelle verduresi trovano molti sali minerali (calcio, ferro, fluoro, fosforo, magnesio, manganese e potassio), vitamine (A, C, B1, B2, B12, E, niacina, acido pantotenico e biotina), acqua (per l'80 -90%) e fibre.



Note: redazione

Pubblicato il 25-06-2016, letto 31 volte

<< Precedente[ Archivio della sezione Spazio Salute ]


Altri contenuti della sezione Spazio Salute

TitoloData
• Il fumo in casa è un killer del polmone: parola degli esperti24-06-2016
• Acne: la gravita’ e’ data dal tipo di sebo. Il tormento degli adolescenti.13-06-2016
• Ogni mese tutto su un disturbo, rispondono i pediatri10-06-2016
• Hiv, negli ultimi 5 anni boom di contagi anche fra giovani etero08-06-2016
• Alzheimer, la ginnastica del cervello per prevenirlo30-05-2016
• Tiroide, la regola d’oro degli endocrinologi poco sale, sempre iodato28-05-2016
• Il giusto sonno, quante ore dormire da 0 a over 65 anni26-05-2016
• Lo studio - Lasciar piangere il bebé finche' non dorme non fa male25-05-2016
• Dubbi sui vaccini? Ecco il numero verde per fare chiarezza24-05-2016
• Ipertensione - 15 milioni ipertesi, arriva il cardiocooking20-05-2016

Notizie